Puntaspilli topino a crochet

I topolini fanno subito fiaba! Con un paio di orecchie rotonde in panno e un po' di lana pelosetta ne faccio uno come puntaspilli.


sabato 04 novembre 2017 in Uncinetto    


Uncinetto

4.5

Occorrente

Il topino-crochet accanto alla zucca-casetta

Avanzi di filato pelosetto da lavorare (ne serve poco, il topolino finito non pesa neanche 10 gr), un po' di cotone o spago per la coda, un pezzettino di stoffa o panno per le orecchie, perline per gli occhietti e il nasino, un po' di imbottitura. Ago e filo.

Punti

Maglia bassa (la lavoro un po' compatta, usando un uncinetto più piccolo di quello indicato per il filato). Per aumentare lavoro due maglie nella stessa maglia di base, e per diminuire lavoro insieme due maglie di base.

Forma

La forma è quella di un cilindro che si stringe su un lato, lavorato in tondo; a volte perdo il conto delle maglie perché con questo tipo di filato non distinguo bene i singoli punti, ma il bello è che non importa, perché appunto alla fine le imprecisioni non si notano.

Procedura

Inizio dal fondo e lavoro un piccolo cerchio di 2 giri, così: avvio 3 catenelle, lavoro 4 maglie basse nella prima catenella avviata, metto una spilla nella prima maglia bassa come segno di inizio giro, mi sposto sul lato inferiore (rispetto alle 3 catenelle di avvio) e lavoro in cerchio raddoppiando le maglie per due giri (lavoro 2 maglie basse in ogni maglia di base); poi proseguo per 10 giri a maglia bassa senza aumentare (lavoro 1 maglia bassa in ogni maglia di base). Infine inizio a sagomare il musetto, e via via che procedo nella lavorazione inserisco l'imbottitura: nel 13° giro dimezzo le maglie (lavoro insieme la maglie a due a due); nel 14° giro lavoro a maglia bassa senza diminuire (1 maglia bassa in ogni maglia di base); nel 15° dimezzo ancora le maglie, tranne due maglie che resteranno sul lato inferiore e che lavoro senza diminuire. Poi chiudo il lavoro.

Rifiniture

Per la codina, con il filo di cotone o spago avvio 15 catenelle e chiudo, e poi la cucio al fondo del topino. Poi dalla stoffa o dal panno ritaglio le due orecchie (più o meno due cerchi allungati per sagomare l'attacco dell'orecchio), arriccio appena la base e le cucio ai lati del musetto. Infine fisso due perline rosse per gli occhietti e una perlina rosa per il nasino. Finito!

Note

Un libro di maglia

La prima volta che ho visto questi filati tipo pelliccia usati per fare animaletti (una cavia a maglia, per essere precisi) è stato nel libro Knit & Purl Pets di Claire Garland: sono 20 progetti per animaletti a maglia uno più bello dell'altro; in particolare le gallinelle, il camaleonte, la tartaruga (Tortellini Tortoise) ed i topolini sono irresistibili!

Se devo disfare

I filati pelosi possono ingarbugliarsi se tirati troppo in fretta perciò - dato che qui me ne serve pochissimo - preferisco tagliare, buttare (uno dei rari casi...!) e rifare. Se proprio devo, disfo punto per punto, liberando via via il filo con un uncinetto, senza tirare se sento resistenza.

Precisazione della nonna

Questi topolini non sono giocattoli e non sono adatti per i bambini piccoli perché hanno parti che si staccano facilmente (e sono fatti con un filato peloso).