Pinguino puntaspilli a maglia

Nel cestino della lana ho trovato un altro mezzo gomitolo bianco e nero, una gugliata di giallo (ci avevo fatto una copertina), e perfino un po' di grigio. Proprio quello che serve per fare un pinguino imperatore.


domenica 21 gennaio 2018 in Maglia    


Il pinguino a figura intera

Per un'alternativa a uncinetto: Pinguino puntaspilli crochet.

Ferri

3 (e un uncinetto per fare il becco e le zampe palmate; in alternativa posso ritagliarli da un pezzetto di panno)

Occorrente

Avanzi di lana (il pinguino finito pesa 31 gr) adatta per ottenere una lavorazione compatta con i ferri scelti, nei colori bianco e nero (ovviamente!), e qualche gugliata in colori adatti per rifinire il pinguino; un po' di imbottitura; ago della lana; perline grigio o marrone scuro.

Misure

Altezza ca 16 cm; altezza dalla base alla testa: 11.5 cm ca; larghezza nel punto più ampio (escluse le ali): 7 cm

Procedura

Lavoro prima la metà davanti e poi il dietro.

Davanti

Disegno del davanti e dell'ala

Per il davanti, inizio dalle due gambe (la metà davanti), che lavoro separatamente (con due diversi gomitoli di colore bianco): per ciascuna gamba avvio 5 maglie e lavoro 8 ferri a maglia rasata, aumentando una maglia su entrambi i lati della zampa al 5° e 7° ferro. In totale avrò 9 maglie per gamba.

Ora - sempre con il filo bianco - procedo con un solo gomitolo su tutte le maglie delle gambe per fare il corpo del pinguino: lavoro a maglia rasata per 18 ferri (o comunque fino ad arrivare più o meno a metà altezza del corpicino), aumentando due maglie nel 3° ferro (una volta tra la 8° e la 9° maglia e un'altra volta tra la 10° e 11° maglia; in pratica aumento all'interno delle due maglie centrali). Ora ho sul ferro 20 maglie. Inizio poi a calare ai lati per stringere il corpo fino alle spalle. Diminuisco solo sui ferri a diritto (con accavallato semplice sulla metà sinistra e con due maglie insieme a diritto sul lato destro), così: per quattro volte (15°, 17°, 19° e 21° ferro dall'inizio del corpo) calo una maglia all'interno di 4 maglie su entrambi i lati, e la quarta volta (21° ferro) calo in più anche una maglia subito all'interno delle maglie di margine (su entrambi i lati). Dal 22° ferro lavoro cinque giri con il filo giallo, e al 23° calo due volte su entrambi i lati (una volta tra le prime due maglie di margine, e una volta tra le due maglie successive).

Ora per fare la testolina procedo con il filo nero a maglia rasata. Sul primo ferro - all'interno delle prime e ultime tre maglie - aumento una maglia per ogni punto (cioè aumento solo nel centro e non sul lato); sul terzo e quinto ferro aumento ancora due maglie in centro (cioè una maglia su entrambi i lati della maglia centrale) per sagomare un po' il musetto. Al 7° ferro inizio a calare una maglia sui lati e due maglie al centro (cioè su entrambi i lati della maglia centrale). Al 9° ferro all'interno di due maglie calo due volte a due a due su entrambi i lati e due maglie al centro. All'11° ferro, all'interno di una maglia, calo due volte a due a due, poi lavoro insieme le maglie centrali rimaste. Intreccio le ultime maglie.

Dietro

Procedo come per il davanti, con alcune differenze. Per le gambe avvio 6 maglie con il filo bianco, le lavoro come il davanti, e le lascio in sospeso. A parte per fare la coda con il filo nero avvio 10 maglie, lavoro un bordo a legaccio di 4 ferri, e procedo a maglia rasata tenendo due bordi laterali di 3 maglie a legaccio. Dal 3° ferro a rasata aumento una maglia su entrambi i lati (all'interno dei bordi) fino ad avere sul ferro 12 maglie.

A questo punto per il corpo procedo con il filo nero, raccogliendo contemporaneamente le maglie in sospeso per le gambe (quindi, tenendo le maglie nere verso di me e quelle bianche sul retro, lavoro insieme a diritto, in ordine, una maglia nera e una bianca); continuo poi a maglia rasata (filo nero) aumentando dal terzo ferro una maglia su entrambi i lati fino ad avere 22 maglie. Procedo poi come davanti per le diminuzioni della parte superiore del corpo, calando però all'interno di una maglia invece che di quattro; al 21° ferro calo tre volte ai lati all'interno di due maglie e al 23° ferro dimezzo le maglie, all'interno di due (se le maglie centrali sono dispari avanzerà una maglia in centro). Dal 25° ferro lavoro la testolina dietro: per 10 ferri continuo senza calare o aumentare, poi per due volte (11° e 13° ferro della testolina) calo ai lati all'interno di una o due maglie. Intreccio

Rifiniture

Il pinguino di profilo

Partendo dall'altro, cucio il davanti al dietro, inserendo via via l'imbottitura (con l'imbottitura cerco di dare una forma a pallina alla testa, soprattutto sul davanti, e di fare sporgere un pochino il musetto). L'imbottitura deve essere abbastanza pressata, in particolare nelle zampe, altrimenti il tutto non starà in piedi. Attacco due perline per gli occhi, e sulle guance faccio una macchia colorata con ago e filo di lana gialla. Poi preparo le altri parti.

Zampe

La zampa è realizzata con due righe crochet

Per le zampe uso l'uncinetto n. 3 con un filato grigio abbastanza grosso e rustico. Avvio 4 catenelle; lavoro un primo giro: 1 bassissima, 1 maglia bassa, 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta. Mi sposto sul lato opposto della catenella iniziale, e lavoro un altro giro simmetrico al primo. Chiudo e fisso i fili, e con un filo nero ricamo (si fa per dire :) delle filzette per formare due o tre nervature. Infine attacco una mini perlina in corrispondenza di ogni nervatura per fare le unghiotte. Imbastisco le zampe sul fondo della gambe, controllo che il pinguino stia in piedi (altrimenti provo a posizionare meglio le zampe o aggiungere imbottitura) e poi cucio.

Becco

Con un filo arancio scuro e l'uncinetto lavoro 5 o 6 catenelle (dipende da quanto è spesso il filato), faccio uno o due giri a maglia bassa saltando l'ultima catenella, piego in due nel senso della lunghezza e cucio insieme i due lati. Poi attacco il becco alla testolina in corrispondenza del musetto, con la cucitura in basso.

Ali

Con il filo nero ed i ferri avvio 12 maglie e lavoro a legaccio, calando ai lati una maglia prima ogni due ferri e poi dall'8° a 12° ferro una maglia ogni ferro. Intreccio. Lavoro l'altra ala nello stesso modo, le cucio ai lati del pinguino e ho finito.

Note

Imbottitura

Ho visto che facendo gambe e zampe abbastanza larghe e mettendo un'imbottitura non troppo morbida e ben compatta, il mio pinguino sta in piedi; altrimenti proverei a mettere dei rinforzi, per esempio del cartoncino, all'interno delle zampe.

Precisazione della nonna

Questi pinguini tricot non sono giocattoli e non sono adatti per i bambini piccoli perché hanno parti che si staccano facilmente