Maglia con scollo a V e treccia

Ultimamente sono un po' pigra con lo sferruzzo; ma almeno ho terminato le rifiniture a treccia della maglietta bicolore. Pronta da abbinare ai pantaloni estivi fantasia.


lunedì 22 luglio 2019 in Maglia    


Ferri

4.5 (e 5 per il ferro d'avvio)

Occorrente

350 gr circa di cotone per ferri 4.5. Dato che il mio pantalone ha una base grigia in varie sfumature con appena dei tocchi di verde, è arrivata l'occasione di usare 2 vecchi gomitoli (da 50 gr) verde germoglio che giacevano nel cassetto da anni, avanzo non ricordo neanche più di cosa. Il resto è cotone Cablé 4 grigio scuro di Silke. Dato che il cotone verde è un po' più sottile del grigio, ho calato qualche maglia passando da uno all'altro, e per semplificare le cose, ho lavorato una sola fascia di colore verde sul davanti e sul dietro, fino a (quasi) esaurimento del gomitolo. Utili anche un ferretto per trecce e due spilline per tenere in sospeso le maglie.

Misure

La maglia appoggiata sul tavolo
La fascia più chiara è di un bel color verde fieno chiaro, anche se in foto non rende :)

(Per una taglia tipo xl, veste giusta, né larga né aderente, né lunga né corta; maglia finita misurata in piano) larghezza (allo scalfo) 50 cm; lunghezza 62 cm; scalfo 27 cm; ampiezza manichina sul bordo 18 cm; larghezza scollo: 17 cm; altezza scollo 20 cm; spalla + mainichina: 25 cm.

Campione

10 x 10 cm a maglia rasata (parte grigia) = 19,5 maglie e 25 righe circa (il motivo a treccia è sottile per cui non modifica la misura della maglia).

Punti

La base è a maglia rasata diritta; il bordino è a legaccio e lungo lo scollo e i bordi delle manichine (lavorate insieme a davanti e dietro) c'è un semplicissimo motivo a treccia di 4 maglie. Le trecce sono tutte lavorate su una base di 2 + 2 maglie a rasata, intrecciate ogni 6 ferri (cioè: su una riga a diritto intreccio le maglie, poi lavoro 5 righe a maglia rasata senza intrecciare, e ripeto daccapo). Per la treccia orientata a sinistra quando intreccio metto in sospeso le prime due maglie sul davanti del lavoro, lavoro a diritto la terza e quarta maglia, e poi lavoro (sempre a diritto) le due maglie sospese. In questo modo le prime due maglie appariranno passare sopra le altre con un andamento da destra a sinistra.

Per la treccia orientata a destra quando intreccio metto in sospeso le prime due maglie sul dietro del lavoro, lavoro a diritto la terza e quarta maglia, e poi lavoro (sempre a diritto) le due maglie sospese. In questo modo le prime due maglie appariranno passare sotto le altre e la treccia avrà un andamento da sinistra a destra, orientandosi in modo opposto all'altra treccia.

Dietro

Con il ferro n. 5 ed il filo grigio avvio 112 maglie (110 + 2 di vivagno per la cucitura); poi proseguo con i ferri 4.5 per tutto il resto del dietro. Lavoro 2 ferri a legaccio con il grigio, e 2 ferri a legaccio con il verde, e continuo a maglia rasata con il verde per altre 50 righe (calo una maglia ai lati al 21° ferro), fino a quasi esaurire il gomitolo. Proseguo con il grigio (cambio il colore sul diritto del lavoro). Poiché il cotone grigio è un po' più grosso dell'altro, distribuisco nel primo ferro 6 diminuzioni a distanza regolare: calo una maglia ogni 20 maglie, iniziando dalla 7°. Per ogni 20 intendo: per le prime tre diminuzioni, lavoro 18 maglie e poi calo con un accavallato la 19° e 20° maglia (per 3 volte); lavoro le 20 maglie centrali; poi per le altre 3 diminuzioni, calo lavorando insieme la prima e seconda maglia, e poi lavoro le altre 18 (per 3 volte).

Proseguo a maglia rasata e arrivata all'altezza dello scalfo (31° ferro grigio) per le manichine aumento ai lati una maglia ogni 2 ferri per 10 volte (sul diritto, all'interno di 2 maglie dal margine). Tra l'ultimo ferro e il successivo avvio anche a nuovo in una sola volta 3 maglie sui due lati. Da questo punto proseguo senza più aumentare per le manichine, e lungo i margini lavoro (contando dai margini) un bordo di 4 maglie a legaccio + una treccia orientata a sinistra sul lato destro, e una treccia orientata a destra sul lato sinistro.

Continuo fino all'altezza desiderata per lo scalfo (47° ferro dall'inizio della treccia); contemporaneamente, a 8 ferri dal termine (37° ferro dall'inizio della treccia della manica), per lo scollo dietro intreccio (cioè chiudo) le 30 maglie centrali e lavoro separatamente le due metà: ogni due ferri intreccio (cioè chiudo) ancora ai lati dello scollo una volta 4 maglie e una volta 3 maglie e poi proseguo dritta. Al termine dello scalfo, intreccio le maglie rimaste sul ferro.

Davanti

Procedo come per il dietro. Contemporaneamente, dopo 32 ferri della parte grigia (ovvero una paio di ferri dopo l'inizio degli aumenti per lo scalfo manica), inizio il motivo decorativo per lo scollo a V del davanti. Nel calcolare quando iniziare, faccio in modo che gli intrecci siano sincronizzati (cioè alla stessa altezza) con quelli che farò poi per i bordi manica.

Quindi trovo il centro del davanti, e lavoro le 12 maglie centrali in questo modo: due maglie a legaccio, 4 a treccia orientata a destra, 4 a treccia orientata a sinistra, 2 legaccio. Proseguo il motivo centrale per 14 ferri, e sul 7° e 13° ferro aumento una maglia sul lato verso il centro di entrambe le trecce, e contemporaneamente calo una maglia sui due lati esterni del motivo centrale (prima e dopo le due maglie a legaccio). Lavoro a legaccio le maglie aumentate nel centro; così al 12° ferro avrò 4 maglie a legaccio in mezzo alle due trecce centrali. Infine al 14° ferro intreccio tra loro le due maglie centrali per facilitare la divisione dello scollo a V.

Sul tavolo il davanti e il dietro della maglia
Il motivo decorativo del bordo scollo è prolungato per essere poi cucito sul dietro

Al 15° ferro dall'inizio del motivo centrale, inizio lo scollo a V: divido il davanti in due metà e le lavoro separatamente, proseguendo il motivo decorativo che formerà il bordo di entrambi i lati dello scollo: 2 maglie a legaccio, 4 a treccia e 2 a legaccio. Per le diminuzioni dello scollo, calo una maglia ogni 3 ferri per 14 volte all'interno del bordo decorativo, incluse le maglie a legaccio; poi proseguo dritta. Arrivata alla stessa altezza del dietro, intreccio le maglie rimaste tranne le 8 del motivo decorativo dello scollo. Su un lato metto in sospeso le 8 maglie, sull'altro proseguo la lavorazione solo sul motivo decorativo dello scollo per una lunghezza pari a un po' meno di metà larghezza dello scollo dietro (5 intrecci e mezzo, più un intreccio sulla spalla);
poi riprendo anche le 8 maglie sull'altro lato e lavoro nello stesso modo. Metto in sospeso su due spille le due strisce così lavorate.

Dettaglio dei pezzi dello scollo da cucire
Lo scollo dietro non è dritto, ho calato un po' per lasciare spazio al bordo che viene cucito successivamente

Rifiniture

Attacco tra loro le spalle, poi finisco lo scollo dietro: aiutandomi con degli spilli posiziono lungo lo scollo dietro le due strisce di prolungamento delle trecce centrali e imbastisco con un filo a contrasto; le strisce devono essere appena tirate, ma non troppo, e incontrarsi al centro dello scollo dietro. Poi provo la maglia, e aggiusto eventualmente il lavoro (se le strisce risultano troppo lunghe, disfo i ferri in più; se sono troppo corte, lavoro ancora qualche ferro). Poi tolgo le spille con cui ho sospeso le maglie delle strisce, e cucio i due lembi tra loro a punto maglia. Termino cucendo anche i lati della maglia (lascio aperti due spacchetti sul fondo se mi pare che sia un po' stretto) e fissando i fili sospesi.

Note

Per semplificare

Lo scollo è la parte più divertente, ma è anche un pochino più complicato far combaciare i pezzi. Se voglio farla più semplice basta lavorare il dietro tutto dritto, magari con qualche ferro a legaccio come bordo, e sul davanti chiudere tutte le maglie (compresi i bordi a trecce dello scollo) insieme alle spalle. Poi cucio insieme le spalle di davanti e dietro.

Per le trecce dello scollo

E' carino che gli intrecci combacino con quelli dei bordi manica; se però vedo che i conti non tornano, basta saltare il primo intreccio sulla manica e farlo partire più tardi in contemporanea con le trecce dello scollo.