Pulcini crochet

In occasione delle feste pasquali ecco i pulcini che uso come segnaposto e poi riciclo come puntaspilli.


sabato 31 marzo 2018 in Uncinetto    


Sono realizzati semplicemente lavorando in tondo dal basso, in modo simile al Riccio puntaspilli crochet, al Puntaspilli topino crochet e al Pinguino puntaspilli crochet

Uncinetto

3

Occorrente

Filato misto mohair giallo (un pulcino finito pesa poco più di 10 gr ed è alto - senza zampe - ca 10 cm), filato aragosta liscio per le zampe, spilline per segnare i giri, un po' di imbottitura, ritagli di panno o tessuto arancio e marrone per le rifiniture, colla. In alternativa (è un po' più lungo...) le rifiniture si possono ricamare o lavorare a uncinetto e cucire.

Punti

Principalmente maglia bassa; poi maglia bassissima e mezza maglia alta per rifinire, maglia alta e maglia doppia per ali e coda. Per aumentare lavoro due punti nella stessa maglia di base e per diminuire chiudo insieme due maglie. (Se i giri terminano con un avanzo di maglie rispetto alla distribuzione di aumenti e diminuzioni, le conto insieme alle maglie del giro successivo).

Procedura

I pulcini sono lavorati in cerchio dal basso verso l'alto, in due varianti simili (uno è più a pallina, l'altro è appena più alto e ha la testolina più definita). Ho tenuto una lavorazione molto compatta (i filati con mohair generalmente si lavorano più morbidi) per non vedere in trasparenza l'imbottitura.

Variante 1 (quella più a pallina): avvio 4 catenelle, e le chiudo ad anello con una maglia bassissima; proseguo a maglia bassa in circolo (segno l'inizio dei giri con una spillina). Nei primi due giri raddoppio le maglie (aumento in ogni maglia di base); nel terzo giro aumento una maglia sì e 2 no; nel quarto giro aumento 1 maglia sì e 6 no; nel quinto giro aumento una maglia sì e 8 no; nel sesto giro aumento una maglia sì e 10 no. Lavoro poi 4 giri a maglia bassa senza aumentare (dal settimo al decimo giro inclusi); poi all'undicesimo giro calo due maglie sì (cioè lavoro insieme due maglie di base) e 4 no, e inizio la testolina. Divido (a occhio, senza contare i punti) le maglie in due metà (davanti e dietro del capino), e aggiungo una spillina per segnare la divisione. Inoltre man mano che procedo inserisco l'imbottitura dando una forma a pallina alla base e al capino (più bombato sul davanti che sul dietro per fare il musetto sporgente). Al 12° giro solo sulla metà davanti calo 2 maglie sì (lavoro insieme due maglie di base) e 2 no (sul dietro lavoro senza cali); al 13° giro raddoppio le maglie solo sul davanti, e sul 14° e 15° giro lavoro tutto a maglia bassa senza aumentare. Infine, al 16° e 17° giro dimezzo tutte le maglie (a mezza maglia alta per avere un effetto più regolare); taglio il filo, chiudo la sommità aiutandomi con l'ago della lana e fisso i fili sospesi.

Variante 2 (in primo piano nella foto iniziale): procedo come la prima variante fino al 14° giro ma faccio un giro in più senza aumentare dopo il 6° giro (quindi dal settimo all'undicesimo giro inclusi); lavoro come i giri 11-14 della variante 1, e poi a maglia bassa un giro calando due maglie sì (lavoro insieme due maglie di base) e una no solo sul dietro, e un altro giro calando nello stesso modo solo sul davanti. Poi dimezzo tutte le maglie (a maglia bassa) per un paio di giri o comunque fino a chiudere la sommità.

Rifiniture

Per le alucce (variante 1) avvio 5 catenelle, e nella prima catenella avviata lavoro 2 maglie alte doppie (in pratica è un piccolo ventaglio); poi cucio le ali ai lati del pulcino, a piacere lungo il lato di una delle maglie alte doppie oppure in corrispondenza della prima catenella avviata. Per l'altra versione avvio 5 catenelle + 2 per voltare, e lavoro una sola riga così: una maglia bassissima, una bassa, una mezza maglia alta, una maglia alta e una maglia alta doppia (un punto in ciascuna catenella di base). Cucio le ali al pulcino lungo il lato della maglia alta doppia.

Per la codina avvio 4 catenelle, e nella prima catenella avviata lavoro 1 maglia alta, 1 catenella, 1 maglia alta (anche questo è un piccolo ventaglio), e la cucio sul dietro del pulcino.

Le zampe sono fatte in due parti: per il piede lavoro 5 catenelle, una maglia bassissima nella seconda di queste (a partire dall'uncinetto) e altre 3 catenelle libere (è una specie di V). Taglio il filo e faccio nello stesso modo l'altro piede. Poi avvio 3 catenelle (per completare gli artigli del piede), lavoro una quarta catenella raccogliendo insieme anche la maglia bassissima del piede; procedo con altre 17/20 catenelle per le gambette e senza chiudere il lavoro taglio il filo tenendolo abbastanza lungo per completare la zampa. Con l'uncinetto prendo l'estremità libera della catenella e la trascino attraverso la base del pulcino facendola uscire dall'altro lato, nella posizione giusta per le zampette. Procedo la lavorazione raccogliendo la maglia bassissima dell'altro piede, lavoro 3 catenelle per completare anche il secondo artiglio, chiudo e fisso i fili. (In alternativa ritaglio il piede dal panno marrone)

Un pulcino sul tavolo con mezzo uovo crochet

Poi per finire ritaglio due tondini di panno marrone a mo' di occhietti e un paio di piccoli triangoli uguali di panno arancio a mo' di becco, e li incollo (o cucio) sul musetto del pulcino.

Uovo

Due metà uovo a crochet, nel portauovo

Per completare, la procedura per le due metà del guscio d'uovo sono nel post Segnaposto uova e pulcini crochet

Note

Con lo stesso modello
Tre pulcini fatti a uncinetto sulla tavola

Segnaposto uova e pulcini crochet

Fatti a maglia
L'uccellino tricot posato tra i rami

Passerotti fatti a maglia

Precisazione della nonna

Questi pulcini non sono giocattoli e non sono adatti per i bambini piccoli perché hanno parti che si staccano facilmente e sono fatti con filato pelosi.